settembre 29, 2017

Dieta Antideclino

Home > Blog > Dieta Antideclino

Dieta anti età e consigli di benessere dalla nostra Spa in Toscana

È il sogno di tutti: longevità unita a buona salute, ovvero mantenersi in ottima forma fisica e mentale, il più a lungo possibile. Scoprite i consigli della nostra Spa in Toscana e provate a metterli in pratica.

Merito del dna? In parte si. Ma ora gli studiosi hanno scoperto come certi cibi possono cambiare (in meglio) il nostro destino genetico.

Sono sempre di più le ricerche scientifiche che dimostrano come l’alimentazione e gli stili di vita possono modificare l’espressione dei nostri geni.

È la nutrigenomica, ovvero lo studio della relazione che intercorre tra cibi e modifiche del dna.

Usando una metafora, dovremmo pensare a come, tramite un interruttore, possiamo regolare l’intensità della luce in una stanza. Nello stesso modo, esistono cibi ricchi di principi attivi che, legandosi al dna, attivano certi processi invece che altri. Quello che si modifica non è l’ingegneria del dna, ma solo una piccola porzione dell’espressione di particolari geni. Per restare giovani, insomma, sarebbe utile conoscere quali sono i cibi miracolosi capaci di attivare i geni della longevità e di agire positivamente su metabolismo e difese immunitarie.

Energia colorata per una dieta anti età

Mantenere la salute regolando la dieta è uno degli obiettivi del team di ricercatori della Fondazione Umberto Veronesi. Le antocianine, pigmenti naturali presenti nei frutti di bosco (more, mirtilli, lamponi e fragole), ma anche in uva nera, arance e cipolle rosse, ravanelli e nel riso nero Venere sono ottime per contrastare l’invecchiamento cellulare e possono prevenire e rallentare la progressione di malattie cardiovascolari, obesità, tumori e malattie neurovegetative legate all’età.

Come dosarle per ottenere l’effetto preventivo? Basta consumarne 150g al giorno: l’equivalente di 125g di mirtilli neri americani oppure di un bicchiere di succo di melegrano più un piatto di melenzane alla griglia o, ancora, di 100g di riso Venere con 50g. di insalata mista e 75g di fragole. Addirittura, sostituendo il riso bianco con quello nero, si ottiene un aumento delle difese antiossidanti e si riducono i fattori che favoriscono lo sviluppo delle placche aterosclerotiche, preservando la salute del sistema cardiovascolare.

Chi non ha testa…ha gambo

Anche il declino cognitivo si può prevenire a tavola, contribuendo a proteggere, con la dieta giusta, la funzionalità dei meccanismi cerebrali. Mentre un nuovo studio della Federation of american societies for experimental biology, infatti, approfondisce la capacità del tè verde di migliorare la memoria e di bilanciare i danni causati da una dieta troppo ricca di grassi, un team dell’università dell’Illinois dimostra come il consumo di vegetali a foglia verde, per esempio spinaci e cavolo, e di uova e avocado, può contrastare l’invecchiamento cognitivo: merito della luteina, una sostanza che si accumula nel tessuto cerebrale ma che il nostro organismo non è in grado di produrre e deve assumere attraverso il cibo.

Dieta anti età con il doping naturale

Nasce da qui l’idea di una medicina personalizzata con integratori dosati quasi su misura. La necessità di assumerli deriva dal fatto che è difficile mangiarne nella quantità e nella frequenza utile, e che spesso li roviniamo nella cottura. Via libera, quindi, a nutraceutici contenenti resveratrolo, presente nella buccia dell’acino d’uva, curcumina, zenzero, acido ellagico che si trova nei lamponi, melograno, licopene nei pomodori. Sostanze che ci aiuterebbero a gestire geneticamente anche il nostro metabolismo con un’alimentazione intelligente, ponderata e che guarda al futuro.

Dieta Antideclino

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Contatti

La SPA è aperta anche al pubblico esterno che non pernotta in Hotel
Indirizzo

Principe di Piemonte SPA
Piazza Puccini, I - 55049,
Viareggio (Lu), Italy.

  Ho letto ed accetto l'informativa sulla privacy