settembre 13, 2017

La scoperta dell’acqua calda

Home > Blog > La scoperta dell’acqua calda

Trattamenti benessere autunnali

Quando l’autunno inizia a farsi sentire, prenditi una pausa e punta tutto sul tepore.

Trattamenti disintossicanti avvolgenti, e soprattutto calorosi, decongestionano lo stress psicofisico, riducono le tossine accumulate nei tessuti e, ultima scoperta, danno una mano alla linea appesantita dall’estate.

Dal bagno a 40 gradi (con risciacquo freddo) che rilassa e decontrae alle creme termogeniche che snelliscono, passando per saune e hot stone therapy…

Il wellness è liquido

Per coccolarsi, per cancellare con un colpo di spugna stress e tensioni, per una pelle di seta, ma anche per perdere peso. Secondo uno studio condotto dalle Università inglesi di Loughborough e Leicester stare immersi un’ora nel bagno a 40 gradi consentirebbe di bruciare 126 calorie, le stesse consumate con una camminata di circa 30 minuti. Certo, l’acqua bollente aumenta la fragilità capillare e il rischio di rush cutanei, oltre ad intaccare il film idrolipidico.

Nella vasca, dunque, meglio attenersi ai classici 20 minut a 37 gradi, preferibilmente la sera. In questo modo, il calore aumenta la circolazione periferica, facilitando l’eliminazione di cellule morte e scorie metaboliche cutanee.

In più il bagno rilassa i muscoli, accelera lievemente il metabolismo e aumenta la distribuzione di ossigeno e, di conseguenza, il nutrimento ai tessuti.

Trattamenti benessere autunnali: adotta il Dry Brushing

Un vero trattamento di bellezza? Prima della doccia prova il dry brushing. Praticata nel Nord Europa, la spazzolatura a secco stimola il microcircolo e aiuta a liberare la pelle dalle cellule morte.

Consiglio della nostra Spa Manager: passate una spazzola di setole naturali, con punte arrotondate, dalla pianta dei piedi alla nuca, a eccezione del seno, con movimenti circolari e delicati per non irritare la cute.

Massaggi infuocati

Rimodellare il corpo, drenare i tessuti, illuminare il viso mentre si ricevono manovre rilassanti e calde sul corpo. È il risultato dei massaggi che abbinano impastamenti e frizioni al calore, sia per potenziare l’effetto relax e decontratturante delle manovre, sia per migliorare la penetrazione degli attivi di oli o creme.

Il Pindasweda, per esempio, è un antico rituale rasayana che, al posto delle mani, utilizza i pinda, sacchettini di cotone riempiti con polveri di erbe, oppure con un impasto di riso, latte ed erbe.

Altro rituale ayurvedico che sfrutta il calore è Abhyanga, con i suoi oli aromatici tiepidi e i movimenti lenti dalla testa verso il cuore e le estremità.

Classica anche la Hot stone therapy, ispirata ai riti degli indiani d’America, che usa pietre di origine vulcanica riscaldate per uno speciale massaggio fatto di lievi sfioramenti prima verticali e ovoidali, poi a forma di 8 dai piedi alla testa.

Lo shell massage, invece, si basa su conchiglie di diverse forme e dimensioni i cui gusci, sviluppano una reazione chimica di piacevole calore quando vengono a contatto con il corpo.

Creme che scaldano

Effetto calore, o meglio termogenico, anche per le creme.

Tra gli ingredienti più riscaldanti c’è il pepe di Cayenna o peperoncino che, stimolando il microcircolo, svolge un’azione drenante e tonificante. Degne di nota per l’effetto hot anche le spezie come la cannella, utilizzata soprattutto nei soin rassodanti e tonificanti, e lo zenzero. Infine la tormalina rosa, impiegata in molte formule per il viso, ricrea l’azione riscaldante del laser, favorendo la sintesi di fibre del derma.

Per maggiori informazioni potete contattarci sempre al telefono allo 0584.401902 o via email a promo.suite62@libero.it.

La scoperta dell’acqua calda

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Contatti

La SPA è aperta anche al pubblico esterno che non pernotta in Hotel
Indirizzo

Principe di Piemonte SPA
Piazza Puccini, I - 55049,
Viareggio (Lu), Italy.

  Ho letto ed accetto l'informativa sulla privacy